Luca De Biasi nel team di vertice Mercer

Luca De Biasi nel team di vertice Mercer

Luca De Biasi a capo del Team Investments in Mercer Italia

  • 03-March-2014
  • Italy, Milano-Roma

Milano, 28 febbraio 2014 – A partire dal 3 marzo, Mercer accoglie nel suo team di vertice Luca De Biasi quale responsabile dell’area Investment.

Luca De Biasi proviene da Banca della Svizzera Italiana (gruppo Generali), dove ha ricoperto il ruolo di Senior Vice President, Head of Multimanagement & Fund Selection Unit, svolgendo inoltre il ruolo di Deputy Head Asset management e responsabile delle gestioni patrimoniali dal 2008 al 2011.

Oltre ai riconoscimenti ottenuti dal mercato, Luca De Biasi ha vinto numerosi Premi Tripla A per fondi equity e bilanciati assegnati dal settimanale finanziario MilanoFinanza e nel 2012 ha ottenuto il rating “A” da Citywire, che lo ha incluso nella classifica “Top1000 Rating 2012 - best world's 1000 fund manager”.

In precedenza, De Biasi aveva ricoperto gli incarichi di Head of Multimanager Fund of Fund in Effegestioni S.G.R, società di gestione di Fondiaria-Sai e portfolio manager in altre realtà bancarie.

«L’arrivo di De Biasi, che vanta un’esperienza pluriennale nel settore finanziario, rappresenta un ulteriore tassello nel percorso strategico di sviluppo della nostra linea di servizio dedicata agli investitori istituzionali, ai family office, alle banche e alle assicurazioni» spiega Marco Valerio Morelli, amministratore delegato di Mercer Italia.

Mercer è il primo advisor a livello globale nell’investment consulting, con un patrimonio under advisory pari a 7mila miliardi di dollari, ed è presente in oltre 40 Paesi, con circa 1.300 esperti dedicati all’IC.
Da oltre 20 anni Mercer offre a fondi pensione, wealth manager, aziende multinazionali e altri investitori istituzionali consulenza sulle politiche di investimento e sui relativi rischi. Un punto di eccellenza è rappresentato dal database proprietario GIMD, che attribuisce un rating a più di 5.400 gestori e a oltre 28mila strategie di investimento, con l’obiettivo di valutare, per ciascuno strumento coperto dalla ricerca, in ottica forward looking, le prospettive di future overperformance nel medio-lungo termine, tenuto conto dei rischi a queste associate.
A svolgere i confronti, un gruppo internazionale di ricercatori indipendenti, suddivisi in quattro boutique specializzate in altrettanti strumenti finanziari: azioni, obbligazioni, real estate e strumenti alternativi. 

CONTATTI